> info@piacereedivertimento.com
> iscriviti alla Newsletter
Home Page Roberto Piccinelli Oscar del Piacere Top Ten Emotion Hit & Trend Compra la Guida Amici Parlano di Noi Segnala un Locale TV Performance
GOSSIP 2011    
     
E se si facessero benedire? (31 dicembre)

E’ stato il Mò Mò di piazza Forlanini, in quel di Monteverde, a Roma, il ristorante chiamato ad ospitare, il 15 dicembre scorso, la cena di gala post presentazione del cinepanettone “Vacanze di Natale a Cortina”. Con Aurelio e Luigi De Laurentiis c’era tutto il cast, sparpagliato fra le varie sale ed intento a mangiare tutto il ben di Dio messo in tavola. Ricky Memphis sempre pronto a scherzare con Dario Bandiera, Christian De Sica con il nuovo look voluto da Pupi Avati per la sua fiction Rai, Sabrina Ferilli e Katia Follesa, Carlo, Lisa ed Enrico Vanzina, Patrizia e Giada De Blank, Ivano Marescotti e Bob Sinclar… Ma si sono palesati anche Fausto Brizzi, che il prossimo febbraio presenta il nuovo film “Come e' bello far l'amore”, il sindaco Gianni Alemanno, il presidente della Figc Giancarlo Abete e Carlo Verdone, anch’egli in uscita a febbraio con la pellicola “Posti in piedi in Paradiso”. Vogliamo scommettere che, visti i risultati al botteghino del film del presidente del Napoli Calcio e le problematiche fiscali registrate a fine anno da Cortina D’Ampezzo, tutti e quattro avranno dedicato almeno mezz’ora agli scongiuri di San Silvestro?
  E se si facessero benedire?
     
     
Il Mare d’inverno   Il Mare d’inverno (25 novembre)

Post presentazione ufficiale, andata in scena nella nuova Suite del cinema Odeon di Milano, alla presenza di Gino Paoli, Lina Wertmuller e dell’ammiratissima Madalina Ghenea, la XVI Edizione di Capri, Hollywood - The International Film Festival, nasce sotto i migliori auspici. Dal 27 dicembre al 2 gennaio, il pirotecnico Pascal Vicedomini riuscirà a portare il nuovo film di Steven Spielberg, a far arrivare Leonardo Pieraccioni ed a dedicare un tributo a Grace Kelly. Da Capri a Senigallia per la serata “Il gusto della solidarietà”, pro Fondazione Paladini: il 7 dicembre, alla Rotonda a Mare, gli chef Mauro Uliassi e Moreno Cedroni preparano piatti stellati, da degustare con l’accompagnamento musicale dell’Ensemble Novo Incanto e del duo Operapop. Una volta tanto, va in scena una beneficenza gustosa…
     
     
Donne e Pierre (28 ottobre)

Dopo Daniela Santanchè e Tiziana Rocca, è la volta di Laura Morino Teso a salire alla ribalta come stakanovista delle pubbliche relazioni: da settembre a fine anno, Milano è pregna di eventi affidati alla sua verve. Dall’inaugurazione di Spazio 7 (by Roberta Bottarelli, Giuseppe Giunta, Patricia Pisani) all’asta di beneficenza battuta da Christie’s in quel di Palazzo Visconti, dal calendario Campari (starring Milla Jovovich) all’evento Luxury & Beauty da Sahrai, fino all’apertura del flagship store Stroili Oro (special guest Ilary Blasi e Luca Argentero, con chicche golose by chef Emanuele Scarello), non v’è sera di relax, per la nuova regina. Sempre attiva, sempre pronta a richiamare un pubblico elegante e compassato, sempre in compagnia del marito, l’imprenditore Adriano Teso. Rimanendo a Milano, va notata la prepotente rentree di Barbara Garavelli Nani Mocenigo. Post parto e svezzamento del figlio, si rivela nuovamente pimpante e briosa grazie all’intrigante martedì “Funky Room”, in scena al Conti Cafè di via Montenapoleone (dj Andrea Butti, team manager dell’Inter), ma anche ad appuntamenti speciali quali la presentazione della Nuova Classe M by Mercedes Benz (guest Mike Horn, campione di sport estremi) e Raiders Code, Serata Inaugurale Eicma 2011. Da Milano a Roma, per celebrare a dovere i successi di Ursula Seelenbacher che, dopo il Cine(Ma) Party al Radisson Blu Es Hotel (presenti l’attore e regista inglese Dexter Fletcher e la moglie Dalia Ibelhauptaite, Teo Mammucari, Nathalie Caldonazzo, Daniele Liotti, Giovanni Veronesi e Valeria Solarino, di cui è stato festeggiato il compleanno) si è sbizzarrita con l’inaugurazione della boutique Le Diabolique e con le Domeniche dell’Avvento, targate I’m Noel: da Angelina, brunch, mercatino & castagne!
  Donne e Pierre
     
     
L’estasi ed il tormento   L’estasi ed il tormento (21 settembre)

L’inversione del titolo del famoso romanzo di Irving Stone si presta, eccome, a fotografare l’inaugurazione dello spazio Pirelli di corso Venezia 1, Milano, andato in scena martedì 20 settembre 2011, dalle ore 19.00. Antonio Gallo ha invitato il mondo intero, quello che conta, s’intende e quel mondo ha risposto alla grande. Il party è stato di quelli che non si dimenticano, una doppia libidine con i fiocchi, come ben testimoniato dall’insolito ruolo di ciceroni rivestito da Marco Tronchetti Provera ed Afef Jnifen. Che andavano su e giù per i due livelli della location, accompagnando ora Roberto Formigoni, senza camicia hawaiana (ma seguito come un’ombra dall’amica Emanuela Talenti) ora Naomi Campbell ed Eva Herzigowa. Certo, il compito dei due padroni di casa era favorito dalla presenza di guardie del corpo addestrate a fendere la folla (il caos era da metropolitana di lusso, in ora di punta), ma di questi tempi di miracoli tipo Mar Rosso se ne vedono pochi… Fatto sta che fra una chiacchiera con la ciarliera Melba Ruffo, un brindisi con la rediviva Domiziana Giordano e Bob Krieger, un saluto a Marco Melandri ed un abbraccio a Valeria Mazza ed Ines Sastre, il party stava mandando in sollucchero chicchessia. Bastava guardare in faccia Bianca Balti, Elio Fiorucci, Margareth Madè, Alessandro Preziosi, l’architetto Attilio Ladina, il dj Stefano Fontana (che ha curato l’impianto audio dello show room), Alviero Martini, Eva Riccobono e, perfino, Alain Elkann, per rendersene conto. Insomma, nulla lasciava presagire la notte da tregenda palesatasi qualche ora più tardi con l’ennesima sconfitta stagionale dell’Inter, gioiello di casa Pirelli, nello stadio della neopromossa Novara. Non era ancora finita la partita che già il presidente Massimo Moratti iniziava drammatiche consultazioni per trovare un sostituto idoneo all’allenatore, Gian Piero Gasperini, licenziato in tronco, al triplice fischio dell’arbitro. Una notte di tormenti, che ha partorito un nuovo trainer, Claudio Ranieri, soprannominato “Fettina”, perché Helenio Herrera, a Roma, era cliente della macelleria del padre. Una notte “rosso sangue”, iniziata con un trionfo e conclusa in maniera del tutto inaspettata. Beh, con il senno di poi, alcune avvisaglie c’erano state: l’arrivo mesto di Ivan Cordoba, lo sguardo accigliato di Stefano Guindani, la presenza fissa, all’ingresso, del prezzemolino Ivan Damiano Rota e la voce (che passava di bocca in bocca) concernente l’esatto ammontare dello stipendio annuale versato a Nicole Minetti, per la sua attività politica. Ammonterebbe a 150.000 euro, netti…
     
     
Chi sei se a Formentera non ci vai? (20 agosto)

Altro che Porto Cervo o Saint Tropez, la meta irrinunciabile dell’estate è la più piccola delle isole Baleari, dove i vip sono di casa e danno il meglio (o il peggio?) di loro. Qui Bobo Vieri ha iniziato a vedersi con Nicole Minetti, ponendo le basi per un’amicizia caliente, proseguita a Milano Marittima. Qui Pippo Inzaghi si è fatto vedere con la coppia di cui sopra, salvo poi re-incontrarsi con la sua ex, Alessia Ventura, ma scegliere di sfarfalleggiare di fiore in fiore con l’amico (ex cestista) Gianmarco Pozzecco. Con il quale lo incontrammo (al Pepero di Porto Cervo) già al tempo del segretissimo flirt di Pippo con Anna Falchi. Qui le due veline di Striscia la Notizia si sono date appuntamento per un rendez vous con i rispettivi fidanzati: Federica Nargi amoreggia con Alessandro Matri, centravanti della Juventus e Costanza Caracciolo si sbaciucchia con Alessandro Fogacci, calciatore del San Marino. Qui Melissa Satta (ex di Bobo Vieri) si incontra con Matteo Ferrari salvo poi volare a Riccione ed inaugurare una spiaggia vietata a cellulari e palmari, all’interno dell’Operà di zona Marano. Qui il neo juventino Andrea Pirlo viene in vacanza con moglie e figlio, mentre Marco Borriello si struscia sul canotto con Camila Morais. E, sempre qui, Belen Rodriguez e Fabrizio Corona si fanno notare per l’ennesima volta: nemmeno loro possono evitare di passare da Formentera, pena il rischio di passare di moda.
  Chi sei se a Formentera non ci vai?
     
     
Ben Dj: dall’Armani Privè al Lio di Ibiza, ma anche…   Ben Dj: dall’Armani Privè al Lio di Ibiza, ma anche… (1 agosto)

Non c’è Bob Sinclar, Tjesto, Armin van Buuren o David Guetta che tenga: il dj più gettonato del momento è un tunisino residente in Italia fin dal 1998, Ben Dj. Le discoteche più “a la page” dell’estate se lo contendono a peso d’oro ed accettano di dividerselo da buone amiche (si fa per dire…), pur di non perderlo, scontentando le rispettive, esigentissime clientele. Dopo un inverno trascorso da resident del giovedì glamourous dell’Armani Privè di Milano, è approdato ad Ibiza, al Lio Club/Restaurant/Cabaret, gestito dal team del Pacha, dove detta la linea musicale della one night del mercoledì, La Dolce Vita, ma dove è stato confermato anche il lunedì notte. Per parare il colpo del Pineta di Formentera, che gli ha affidato le serate del martedì e del giovedì. E va precisato che il Lio (Paseo Juan Carlos I, Puerto Marina Ibiza) è un top club, non foss’altro per il party del 2 agosto, in occasione del quale Jean Paul Gaultier, Azzedine Alaia, Cecilia Roth e Diana Picasso si ritrovano a ballare con Rossy De Palma, musa di Pedro Almodovar e lo staff del Crazy Horse di Parigi. E che dire del Pineta (Plaza Europa 2, Es Pujols-Formentera), fratello minore dell’omonimo locale di Milano Marittima, nuovo di pacca, in quanto inaugurato il 25 luglio? Il patron, Chicco Cangini (con il compagno di cordata Giampaolo Turci), vuole il meglio ed il meglio avrà, visto che ha aperto con Boy George ed attende Luciano. Del resto, la location è quella del mitico Magoo, dove si ritrovavano Pink Floyd, Nina Hagen, King Crimson, Bob Dylan e Nico dei Velvet Underground
     
     
Brunetta al contrattacco: meglio di Pazzini! (11 luglio)

Nessun dubbio, ormai:, quest’estate i fiori d’arancio vanno di moda per davvero. Teste coronate extraconfine a parte, il Belpaese pareva pullulare di soli calciatori-sposi (vedi news del 19 giugno), vieppiù post sposalizio del centravanti dell’Inter, Giampaolo Pazzini, andato in scena qualche giorno fa a Blevio, sul lago di Como, presso il CastaDiva Resort&Spa. A fare da corollario alla neo-moglie Silvia Slitti, c’erano, blindatissimi, i colleghi Cassano, Toni, Eto’o, Cordoba, Poli, Montolivo, Lucchini e Gastaldello, cui andavano aggiunti l’allenatore (ex Juventus) Luigi Delneri ed il presidente Massimo Moratti, arrivato per ora di cena. Ove “velo di scampo in infusione e chantilly di senape”, ma anche “agnolotti al tartufo con pesto di rucola” sono andati via come il pane, mentre la pioggia scendeva a catinelle e la security, in versione antisommossa, marcava a uomo chiunque si avvicinasse a porta e recinzioni. Insomma, sul fronte matrimonio, i calciatori sembravano avviati verso una vittoria a mani basse contro la categoria dei politici, che aveva trionfato in tutti gli altri settori vitali, dal gossip alle notizie da prima pagina, dalle donne agli scandali generici. Eppure, all’improvviso, quello che non ti aspetti: imbeccato a centro area dalle nozze di Mara Carfagna (post liason con Italo Bocchino, poi costretto al divorzio dalla moglie Gabriella Buontempo) con Marco Mezzaroma, il ministro Renato Brunetta, dovendosi sposare con Titti Giovannoni, in quel Ravello, è riuscito nell’impresa di realizzare una sforbiciata volante, riequilibrando le sorti della partita e palesandosi uomo-spettacolo. Per evitare l’assalto dei precari, ha anticipato il “Sì” alla mezzanotte del giorno prima, sempre a Villa Rufolo. Così, mentre un centinaio di persone gridavano lo slogan da stadio “Siamo l’Italia peggiore/ma abbiamo un sogno nel cuore/ Brunetta a San Vittore/ Brunetta a San Vittore…”, il ministro goleador era già alle prese con il ricevimento in scena all’Hotel Caruso, con gli amici Maurizio Sacconi, Fabrizio Cicchitto, Stefano Caldoro e Maristella Gelmini. Pur basso e tarchiato, il centravanti Renato Brunetta (un tipo alla Gerd Muller, per intendersi) ha visto salire alle stelle le sue quotazioni, al punto che Mourinho ed il suo Real Madrid hanno fatto al Governo un offerta da 50 milioni. Che dirà Giulio Tremonti?
  Brunetta al contrattacco: meglio di Pazzini!
     
     
La sindacalista che non bada a spese   La sindacalista che non bada a spese (25 giugno)

Alzi la mano chi, a passeggio per la via, riconoscerebbe Susanna Camusso, nominata segretaria generale della Cgil lo scorso 3 novembre 2010. Pochi, molto pochi, davvero. Ma in una società votata all’immagine, come la nostra, uno smacco del genere non può essere sopportato. Detto fatto, arrivando a Pesaro, per partecipare alla “Festa per il Lavoro e Festa di LiberEtà” in scena al Parco Miralfiore, la sindacalista milanese fa telefonare al ristorante dello Chalet a Mare, per prenotare un tavolo per lei e staff, ma anche un altro per le sue 4 guardie del corpo. Perché, certo, fare ingresso in uno stabilimento balneare circondata da ben 4 body-guard fa effetto, eccome. Tutti a chiedersi “ma chi è quella donna?”. In quattro e quattr’otto il nome della Camusso ha fatto il giro di tutto il litorale marchigiano, vieppiù in quanto il bagno scelto per il pranzo è quello più alla moda del momento. Quello frequentato da Massimo Ambrosini, capitano del Milan e pesarese di nascita, per le sue ferie italiane, in compagnia della moglie Paola, in attesa del secondo figlio. Al sentir parlare della sindacalista con 4 uomini di security nella tana del calciatore milionario, Totò avrebbe detto “E io pago!”. Rimane da capire, quale sarà il numero di guardie del corpo che dovranno portare seco, per non essere percentualmente da meno, Madonna, Angelina Jolie e Naomi Campbell, qualora decidano di andare a pranzo allo Chalet del Mare, chez Jacqueline Donna
     
     
Party e matrimoni per 2 nazionali di calcio (19 giugno)

Lunedì 13, nella Cappella Palatina del Palazzo dei Normanni, a Palermo, va in scena il matrimonio fra l’etoile di danza Eleonora Abbagnato e Federico Balzaretti, terzino della Nazionale. Per lo sposo, i testimoni sono i giocatori Mattia Cassani e Giorgio Chiellini, per la sposa il fratello Giuseppe e Benjamin Pech, compagno di ballo dell’Opera di Parigi. Per i 180 invitati, grande festa Alle Terrazze (ex Charleston) di Mondello, storica e fascinosa struttura della borgata marinara. La cena è a cura degli chef Natale Giunta (resident) e Filippo La Mantia (guest) e prevede “assaggini di cibo di strada”, “parmigiana di cioccolato di Modica”, “gambero rosso di Mazara con sorbetto di arance sanguinelle”, “pasta al pesto di agrumi e bottarga di tonno”, “timballo di anelletti al forno”, “maialino di suino nero dei Nebrodi laccato con miele di zibibbo di Pantelleria”, “insalatina di pomodorini e capperi”, “sfoglia di cannolo”, “cascatelle” e “torta nuziale”. In mancanza di Carla Bruni, attesa ma assente, gli sposi si sono consolati con Domenico Dolce e Stefano Gabbana (che firmano l’abito di Eleonora), Salvatore Ficarra e Valentino Picone, Morgan, Eros Ramazzotti, Renzo Rosso e Delio Rossi. Dalla Sicilia alla Versilia, per il mega party post matrimonio (a Praga, giovedì 16) di Alena Seredova e Gigi Buffon, che scelgono come data domenica 19 e come location il Twiga di Marina di Pietrasanta, griffato Flavio Briatore e Daniela Santanchè, freschi freschi da trascrizione delle intercettazioni telefoniche sull’affaire Bunga Bunga. Visto che, anche il portiere della Juventus, era appena salito alla ribalta, per aver tirato in ballo la storiaccia di piazzale Loreto, nel commentare l’ultimo scandalo targato calcio-scommesse, fotografi, radio, televisioni e media si accalcano alla porta. Il party con Gattuso, Agnelli e la Ventura è blindato, ma c’è chi arriva dal mare…
  Da Berlusconi a Twilight: Casoria sugli scudi!
     
     
Luna rossa: Giuliano Pisapia e Geppi Cucciari a livello Madonnina, in pole position…   Luna rossa: Giuliano Pisapia e Geppi Cucciari a livello Madonnina, in pole position… (15 giugno)

Cosa meglio del ristorante Maio, sito al settimo piano della Rinascente, fronte guglie del Duomo di Milano, per cenare e, al contempo, osservare l’eclissi totale di luna, ribattezzata “Luna Rossa”, data la colorazione rossastra assunta dal satellite naturale della terra? La stessa, identica considerazione deve essere stata fatta dall’attrice comica de La7, Geppi Cucciari, chiamata a lanciare, per ora con scarsi risultati numerici, il tg di Enrico Mentana e dal neo-sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. In terrazza, con amici e autori, lei, all’interno, per non dare nell’occhio, lui. Due tavoli diversi, nessuna vicinanza, ma identica idea di base. Molta spocchia nell’ordinare da parte di lei (ordino questo, ma senza questo, questo e quest’altro…), più semplicità da parte di lui. A fare la parte del leone è stato il vino rosso, da bere freddo, 14 Ottobre, by Olmo Antico: ordinato da chi scrive è stato subito offerto ad un curiosissimo manager finanziario belga, vicino di tavolo. Di stanza in Francia, appassionato di vini, se n’è uscito con un paragone mica da ridere, Beaujolais! Quanto al food, il baccalà era letteralmente immangiabile: indubbiamente, siamo in presenza di un locale ove guardare, ma non toccare…
     
     

Da Berlusconi a Twilight: Casoria sugli scudi! (10/12 giugno)

In attesa dell'uscita novembrina di “Breaking Dawn”, ultimo capitolo della saga Twilight, Fantasy Events organizza Twilight ItaCon2 nella ridente cittadina napoletana salita alla ribalta mondiale il 26 aprile 2009, per aver dato il via alla storia, favola o barzelletta, che dir si voglia, del “Papi”. Fu alla Villa Santa Chiara di Casoria (NA), infatti, che il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, intervenne al diciottesimo compleanno di Naomi Letizia… In questo caso, la location è l’Hotel Futura, che per ben tre giorni si ritrova ad ospitare gli attori Peter Facinelli (dr. Carlisle Cullen), Charlie Bewley (Demetri), Bill Tangradi (Randall), Guri Weinberg (Stefan) e Casey LaBow (Kate). Che partecipano a cocktail e tea party, firmano autografi, ma soprattutto intervengono attivamente al Twilighters Ball, l'atteso ballo tematico votato al vampirismo… “I vampiri ed il papi” sarà il prossimo cult movie di successo: girato a Casoria, s’intende!

  Da Berlusconi a Twilight: Casoria sugli scudi!
     
     
Grandi chef, a trazione trash & chic: incredibile, ma vero.   Grandi chef, a trazione trash & chic: incredibile, ma vero. (4 giugno)

Cosa hanno in comune “straccetti con la rucola”, “cordon bleu”, “cocktail di gamberetti in salsa rosa”, “rigatoni alla carbonara”, “risotto dello zar”, “profiterole alle fragole” e “zuppa inglese” con i film scollacciati targati Lino Banfi, Edwige Fenech, Gloria Guida, Alvaro Vitali, Anna Maria Rizzoli e Renzo Montagnani, ma anche i “poliziotteschi” a tinte splatter, targati “Milano Violenta” e griffati Maurizio Merli? Semplice. Entrambi sono simboli del trash Anni ’70. Rivalutato dal punto di vista cinematografico, ma sempre snobbato da quello culinario. Fino ad ora, quantomeno. Visto che Agata Parisella (Agata e Romeo, Roma) e Claudio Sadler (Sadler, Milano) si alleano con Natascia Santandrea, per dar vita nel suo La Tenda Rossa di Cerbaia (FI) ad un evento più unico che raro, la rivisitazione chic di piatti trash: commensali ideali, Bombolo e Anna Mazzamauro.
     
     
Che ci fa Giorgia Meloni a Istanbul, con 3 boys? (3 giugno)

Da Roma, anzi dalla Garbatella, con furore, ardore e calore. Per la serie “Il Governo sì che si sa divertire”, il ministro Giorgia Meloni si palesa nel roof top del locale più trendy della vecchia Costantinopoli, in compagnia di non1, non2, ma ben 3-accompagnatori-3: notti calienti sulle sponde del Bosforo? Che la gang bang stia sostituendo il bunga bunga? Nel qual caso, il nuovo corso della politica italiana sarebbe già iniziato…
  Che ci fa Giorgia Meloni a Istanbul, con 3 boys?
     
     
A Londra, inaugura il nuovo Playboy Club: l’Italia c’è.  

A Londra, inaugura il nuovo Playboy Club: l’Italia c’è. (2 giugno)

Dopo i fasti della seconda metà degli Anni ’60, quando era frequentato da Sean Connery, George Best, Jack Nicholson e Muhammad Ali, riapre i battenti in Old Park Lane un locale, distribuito su due piani, che non può passare inosservato: tavoli da poker e conigliette regnano sovrani, al pari di ristorante e cocktail bar, che si rivelano la nuova meta del pubblico vip dei giorni nostri. Cui servirà da bere uno dei più gettonati barman del mondo, quel Salvatore Calabrese, noto come “The Maestro”, subito pronto a portarsi da casa i vini di Rocca delle Macie, al fine di rilanciare i cocktail a base di vino. Al Playboy Club, si punta forte sul mix fra vino rosso, apricot brandy, succo d'arancio, framboise (liquore a base di fragola) e miele, con guarnizione di fetta d'arancia, fetta di limone e fragoline selvatiche.

     
     
Per la serie “se la tirano”: Belen Rodriguez e Fabrizio Corona al Radetzky. (28 maggio)

Ore 18.30, Milano, corso Garibaldi. Aperitivo anticipato, per una coppia che non ama passare inosservata. Look marinaro (hot pans di jeans e camicetta sfiziosa, per lei, bermuda e t-shirt sui toni chiari, per lui), andatura da “fighissimi”, ossia coloro i quali non devono chiedere, mai. Seduti sull’ultimo divanetto, bordo muro, si lasciano ammirare da piacioni provetti, quali sono, mentre lei mangiucchia e lui fa la sfilata imperiale, per andare a comprare le sigarette, a 100 metri di distanza. Peccato che Belen non faccia buoni ascolti in tv e Corona pianga miseria, per assoldare giornalisti a prezzi stracciati, pro suo nuovo magazine, pomposamente etichettato Corona Stars e appena presentato allo Chatulle, sempre a Milano, fronte ex stazione della Bullona. Vanno via, su una moto, parcheggiata di fronte, in zona pedonale.
  Per la serie “se la tirano”: Belen Rodriguez e Fabrizio Corona al Radetzky.
     
     
Anna Falchi e l’ennesimo fidanzato, a Firenze. E’ la volta del nipote di Bruno Vespa.   Anna Falchi e l’ennesimo fidanzato, a Firenze. E’ la volta del nipote di Bruno Vespa. (20 maggio)

Dopo Fiorello, Ricucci, Pippo Inzaghi e Danny Montesi (che è il padre della figlia, Alyssa), la bella Anna Falchi si fidanza con Andrea Ruggieri, nipote del “vespone” nazionale (altro che “50 Special”!) ed autore televisivo, attualmente attivo in Rai, ca va sans dire, nel talk-show politico "L'ultima parola", by Gianluigi Paragone. E’ con Andrea, infatti, che si palesa al Dolce Vita di Firenze, alla presentazione dello spumante rosè, Marty, dell’amico Paolo Baggini, attualmente titolare dell’azienda vinicola pavese Olmo Antico, ma già direttore di realtà importanti quali Harry’s Bar di Roma, Casinò di Lugano, nonché Bolognese, Acanto e Gold di Milano. Post visita in loco del noto pierre fiorentino Andrea Anedda, il nucleo centrale della festa, comprendente l’avvocato reggiano & viveur, Veronica Camelli, si sposta al ristorante del delizioso hotel Il Salviatino. Anna coccola e struscia a dovere la nuova fiamma… Che sia percepita come l’ultima spiaggia?
     
     
Eva Henger, si spoglia ancora. (10 maggio)

Strip again. All’inizio fu il porno, poi il tentativo di beatificazione televisiva ed infine la via di mezzo, il soft core targato Playboy. Al Mib di Milano, nuovo risto-show, nato fra la Borsa, piazza Affari e la sede de Il Giornale, va in scena il lancio del numero di maggio del magazine erotico-patinato, che riserva ad Eva Henger la copertina, firmata dal fotografo Enrico Ricciardi. Tra le immagini nude look della bella trentottenne ungherese, si sono aggirate conigliette a go-go, David e Rajae del Grande Fratello 11, le meteorine di Emilio Fede, Marianna e Manuela, Beppe Convertini, la burlesque-performer Melania Dalla Costa e l’agente Massimiliano Caroletti, compagno della festeggiata. Che ricomincia da 3 (figli) e tanto sex appeal.
  Eva Henger, si spoglia ancora.
     
© Guida al Piacere e al Divertimento - Roberto Piccinelli - Tutti i diritti riservati Privacy Policy
l
l